Generale
Le porte:

La porta meglio conservata è quella che la Passio di S. Vigilio denomina come Porta Veronensis, i cui resti sono stati rinvenuti al di sotto di Palazzo Pretorio in piazza Duomo. Si trattava della porta che conduceva appunto verso il municipium di Verona e che doveva essere in corrispondenza con il cardo massimo (clic su glossario) della città. La Passio cita anche una porta Brixiana, che doveva sorgere nei pressi di Torre Vanga; da essa partiva la strada che, superato l’Adige con un ponte, proseguiva in direzione del Trentino occidentale. Questa seconda porta era verosimilmente in corrispondenza del decumano massimo (clic su glossario), alla cui estremità orientale doveva aprirsi un’altra porta che conduceva fuori dalla città, consentendo di dirigersi a est verso la Valsugana oppure a nord verso i valichi maggiori.