Generale
Fuori le mura:

Fuori delle mura correva un fossato, che aveva la funzione di raccogliere e portare nell’Adige gli scarichi fognari; probabilmente, il fossato accoglieva anche le acque delle rogge provenienti dalle colline sopra Trento, che evitavano la stagnazione. Già partire dal I secolo d.C. dovettero sorgere vari edifici (clic su villa di via Rosmini) all’esterno della cinta muraria, a dimostrazione del fatto che la funzione difensiva delle mura dovette essere di breve durata, e che tutta la zona dovette godere di un periodo di tranquillità protrattosi almeno fino alla seconda metà del II secolo, quando, con l’aumentare della pressione sul limes settentrionale e con l’inizio delle scorrerie verso l’Italia, fu necessario rinforzare le difese della città, raddoppiando lo spessore delle mura.