Generale
Il foro:

La scarsa estensione delle aree fino ad oggioggetto di scavo non permette di delineare un quadro generale dello sviluppo della città, nè di capire se lo sviluppo dell’abitato abbia seguito una precisa programmazione, o se le aree di pubblico interesse fossero distinte da quelle residenziali e da quelle artigianali e produttive. Tra le costruzioni di pubblica utilità di cui si è cercata traccia, mancano ancora a Trento testimonianze significative per quanto concerne l’ubicazione del forum del municipium e dei monumenti che dovevano affacciarvisi. Essendo situato solitamente all’incrocio tra cardo e decumano massimo, si è per lungo tempo ritenuto che il foro dovesse sorgere all’incrocio tra la via Belenzani e la via Manci, sull’area occupata da palazzo Thun e palazzo Maffei. I dati archeologici sembrano però deporre a favore dell’ipotesi alternativa, che suggerisce di localizzare il foro nell’area dell’attuale chiesa di S. Maria Maggiore, dove in passato sono stati fatti significativi ritrovamenti: in tal caso, il centro amministrativo di Tridentum sarebbe sorto in una posizione singolarmente piuttosto decentrata.